La campionessa di fioretto Elena Tangherlini al Centro Estivo Sportivo Jump


Ha firmato autografi, si è resa disponibile per foto e selfie e ha risposto alle tantissime domande che i bambini avevano preparato per lei. E’ stata Elena Tangherlini, campionessa jesina di scherma, la protagonista del “Jump – Gioca con il Campione” di mercoledì scorso, iniziativa collaterale del centro estivo sportivo Jump organizzato da Asi Pesaro e Cooperativa Polis.
Un’iniziativa che mira a far conoscere ai bambini le più svariate discipline sportive attraverso le parole e le dimostrazioni pratiche di chi di quegli sport è stato o è un protagonista, sia a livello nazionale che internazionale.
Erano oltre 80 i ragazzi dai 5 ai 14 anni che mercoledì scorso si sono ritrovati al Circolo Tennis Sant’Orso per ascoltare (e giocare) Elena Tangherlini che, seppur giovanissima (ha da poco compiuto 18 anni), ricopre già un ruolo di prim’ordine nel panorama della scherma italiana.
Nata a Jesi (patria marchigiana di scherma e fioretto) nel 1998, la Tangherlini è specialista del fioretto e nella sua carriera ha già inanellato una serie innumerevole di successi come le medaglie di bronzo conquistate proprio quest’anno ai campionati individuali europei e a quelli italiani cadetti e giovani. Nel 2014, invece, è giunta 12esima ai campionati europei di Gerusalemme dove ha poi vinto il bronzo nella competizione a squadre con la sua Club Scherma Jesi.
Tante le esperienze europee per lei (Mosca, Bochum, Lione, Budapest, Zagabria) e i tornei in programma, ma, nonostante il fitto calendario d’allenamenti, l’atleta jesina ha risposto “presente” alla chiamata di Sammy Marcantognini (presidente di Asi Marche e responsabile del settore Psicologia dello Sport) e del Jump mettendosi completamente a disposizione dei ragazzi che sono accorsi per lei dai centri Itaca, San Costanzo, Sant’Orso e Zizzi e che per lei hanno realizzato uno striscione che ha quasi commosso la giovane campionessa che, seppur abituata a stare sotto i riflettori, è riuscita a stento a trattenere l’emozione per il tanto affetto che hanno mostrato i ragazzi nei suoi confronti, affetto ricambiato quando, all’atto della prova pratica, i “jumpers” hanno indossato proprio l’elmetto che Elena Tangherlini indossa durante le competizioni ufficiali.
“Durante questi incontri – spiega Giulia Delbene, responsabile didattica del Jump – gli sportivi raccontano cosa significa ‘fare una vita da atleta’, quali sacrifici comporta in termini di allenamenti, stile di vita ed alimentazione”.