In arrivo il CARNEVALE targato POLIS

Anche quest'anno la festa di carnevale più divertente della provincia di Pesaro-Urbino si ripete presso il centro di aggregazione l'Impronta : Giovedì 8 febbraio dalle ore 16.00 giochi, intrattenimento e molto altro aspettano tutti quanti per poter trascorrere insieme il GIOVEDI' GRASSO del carnevale.


Con un piccolo contributo di 4 euro a bambino si potrà giocare tutto il pomeriggio.  E come ogni anno sarà immancabile il getto di dolciumi per tutti i partecipanti. Per info chiamare il numero 
392-9890352.

Vi aspettiamo numerosi

Il JUMP invernale è anche fuori Fano.

Non solo a Fano viene svolto il JUMP invernale. Infatti da un anno a questa parte anche il più famoso dei centri estivi ma in versione WINTER si svolge anche a Macerata Feltria.


"Dallo scorso anno" affermano i responsabili "abbiamo accolto presso la palestra comunale di Macerata Feltria molti bambini che hanno voluto passare le vacanze natalizie con noi; i genitori sanno che il JUMP è una risorsa e un divertimento, quindi ci scelgono anche durante il Natale, soprattutto in caso di bisogno per chi lavora anche in questo periodo."



Ogni anno sempre più bambini si avvicinano al Jump Invernale: proposte varie e per tutte le età si alternano all'interno delle palestre riscaldate per poter trascorrere la mattinata in spensieratezza e in movimento, ma non manca certo l'occasione di trovare spazio per i compiti di scuola, per dei laboratori creativi e soprattutto per concedersi un po di  meritato riposo.
Dal 27 Dicembre gli educatori del JUMP vi aspetteranno anche a Macerata Feltria tutte le mattine dalle  7.45 alle 13.00

Info ed Iscrizioni al Numero 340-6772800


A Fano torna il Jump in versione "WINTER"




E’ da poco finita l’estate ma già si pensa al Natale. E a farlo sono anche gli educatori di Asi, cooperativa Polis e Jump che dopo il successo dei Centri Estivi Sportivi (oltre mille partecipanti) stanno per tornare protagonisti, questa volta in versione “winter”.
Anche quest'anno, per la quarta stagione consecutiva, apre le porte alla città di Fano il Centro Invernale Jump in programma alle palestre Nuti e Venturini. Il centro Invernale Jump ha lo scopo di offrire un servizio a tutte quelle famiglie che per un motivo o per un altro hanno bisogno di trovare una sistemazione comoda ma allo stesso tempo sicura e divertente per i propri figli.

"Il jump non è solo estate – spiegano i responsabili di Asi -. Vogliamo che le famiglie sappiano che noi ci siamo sempre. Siamo arrivati alla quarta edizione e ogni anno c'è stato un incremento dei bambini (circa 30 l’anno scorso), indice che comunque in un modo o nell'altro anche questo tipo di servizio è molto apprezzato dai genitori. Lo staff comprende sempre gli educatori che in estate lavorano nei vari Centri Estivi sparsi per Fano e che poi in inverno continuano la proposta sportiva nelle varie società del territorio come Fano Rugby, Orange Basket, SportFly SSD (tramite il GiocaSport) e tante altre ancora. Come ogni anno ci sarà un programma che verrà rilasciato al momento dell'iscrizione e tutte le attività, ludico-motorie o ricreative che siano, verranno svolte all'interno delle nostre palestre riscaldate”.

Gli orari della segreteria per chiedere informazioni per l'iscrizione sono il lunedì e il mercoledì dalle 16 alle 19 (scuola Nuti), oppure presso la Venturini il giovedì dalle 16 alle 19 e il venerdì dalle 10 alle 12. Sarà possibile richiedere informazioni anche via telefonica chiamando il numero 3921840409.
Il centro invernale Jump sarà aperto dal 27 dicembre al 5 gennaio dalle 7.45 alle 13 con il sabato incluso. Saranno esclusi tutti i giorni comprendenti le festività.





Il Jump chiude a suon di record: 1003 i bambini iscritti


Sono terminati ieri in tutta la provincia i Jump, Centri Estivi Sportivi organizzati dalla Cooperativa Polis e da Asi Pesaro, sempre più punto di riferimento per le famiglie del territorio come confermano i numeri record della stagione 2017.

Sono stati 1.003 i bambini dai 3 ai 14 anni che hanno deciso di trascorrere le loro vacanze estive insieme agli oltre 70 educatori tra attività sportive, escursioni, laboratori e giochi. Di questi 1.003, 231 sono stati i partecipanti al Mini Jump (3-6 anni) e questo grazie alla vastità dell’offerta di Asi e Polis, presente tra Fano e comuni limitrofi (Macerata Feltria, Cappone di Vallefoglia, Sant’Angelo in Lizzola, San Costanzo, Monte Porzio e Senigallia) in 16 centri.

702 i maschi iscritti contro le 301 bambine, ma a far impressione è il numero di presenze  giornaliere totale: negli 84 giorni di attività (alcuini centri erano aperti anche il sabato mattina) si sono registrate 26.726 accessi, nella maggior parte di ragazzi che poi si fermavano con i loro insegnanti anche il pomeriggio grazie al servizio pranzo.

“Non possiamo che essere soddisfatti – affermano i responsabili di Asi e Polis, già al lavoro per l’attività invernale –. Già l’anno corso, con quasi 800 iscritti, eravamo consapevoli di aver fatto un ottimo lavoro, quest’anno aver superato i mille ci inorgoglisce perché significa che l’attività di formazione dello staff che svolgiamo annualmente e il programma che riusciamo ad elaborare per i ragazzi è sempre più apprezzato dalle famiglie”.

Un programma che ogni anno si arricchisce di collaborazioni e attività: alle discipline sportive classiche come calcio, rugby, volley, e tennis e a quelle un po’ più insolite ma non meno belle come frisbee, bocce, dodgeball e badminton, quest’anno si sono aggiunti skateboard, Sup, pattinaggio, nuoto, minigolf e una divertente collaborazione con La Pandolfaccia che ha fatto diventare i ragazzi sbandieratori e tamburini.

Molto apprezzate le iniziative con gli animali a cura di asd Cinofilia Fano e Darwin Lab e “Gioca con il Campione”, momento di incontro  e confronto con campioni dello sport locali e nazionali.

A rendere il tutto più sicuro, l’utilizzo per l’intera stagione di uno scuolabus con personale qualificato a bordo utilizzato per gli spostamenti da un centro all’altro.

La musica che abbatte ogni barriera. Il Jump incontra la Vagabend


Un incontro casuale, quattro chiacchiere e l’idea di scambiarsi le proprie esperienze per creare un momento di incontro/confronto che possa essere fonte di crescita per le nuove generazioni.
I Jump, i Centri Estivi Sportivi organizzati dalla Cooperativa Polis e da Asi, hanno ospitato i giorni scorsi la Vagabend, gruppo musicale formato da diversamente abili provenienti da vari centri educativi di Pesaro.
La mattinata,  fortemente voluta dalla presidente di Asi Pesaro, Francesca Petrini, è stata occasione per oltre 100 ragazzini fanesi di stare a stretto contatto con persone più sfortunate che però, grazie all’aiuto di esperti e a tanta forza di volontà, non si sono date per vinte e sono in grado ogni giorno di produrre energia positiva.
Ad accompagnare le performance musicali della Vagabend anche un video in cui sono stati proiettate alcune immagini dei concerti di questo gruppo che, dal 2015 ad oggi, ha realizzato anche dei Cd come “Canzoni nel Cassetto” e “Di canto In-canto”.
“Per i nostri ‘jumper’ è stata un’esperienza emozionante e toccante – commenta Francesca Petrini –, oltre ad ascoltare le testimonianze di questi ragazzi e dei loro educatori e a cantare e suonare con i loro strumenti, per i bambini è stata una mattinata assolutamente formativa in cui abbiamo cercato di trasmettere il vero valore dell’integrazione, cosa che peraltro facciamo già costantemente nelle nostre attività dove non esistono distinzioni tra normodotati e diversamente abili”.
A rendere la giornata ancora più emozionate è stato il racconto di Daniele Belogi, ex pescatore fanese ribattezzato nel settore “mascotte” in quanto protagonista di una vicenda nel 1969 balzata agli onori delle cronache. Durante una fredda notte di gennaio Belogi, allora 16enne, cadde nelle acque dell’oceano. Rimase in mare per quasi due ore finché, quasi per miracolo, fu ritrovato dai suoi colleghi e portato in salvo.
Un racconto toccante quello di Belogi, condito anche da qualche lacrima, divenuto il portafortuna tra i marinai fanesi e protagonista di una canzone scritta dal cantautore fanese Stefano Magnanelli presente alla mattinata andata in scena nei locali della club house del Fano Rugby in quanto anche educatore e co-fondatore della Vagabend.

“La potenza della musica supera qualsiasi barriera – concludono gli educatori Jump - e arriva fino al cuore. Nessuno in realtà è diverso, ma ognuno è fantastico a suo modo”.